Le Suore Oblate di Maria Vergine di Fatima

omvf-logofoto 1suore3

Il 31 maggio 2001, festa della Visitazione della Beata Vergine Maria, il nostro Istituto, sorto nel 1978, presso il Santuario di Nostra Signora di Fatima, in San Vittorino (RM), ha ricevuto l'Approvazione Pontificia da parte del Santo Padre Giovanni Paolo II, su parere favorevole della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica.

Le radici del nostro Istituto si innestano nella spiritualità e nella vita degli Oblati di Maria Vergine, fondati dal Venerabile padre Pio Bruno Lanteri, con i quali condividiamo l’impegno di attendere alla redenzione e santificazione degli uomini e l’affidamento filiale a Maria Santissima, modello della nostra fede e della nostra totale consacrazione a Cristo.

Ricevuta l'approvazione di Diritto Diocesano nel 1985, il nostro Istituto, internazionale sin dall'inizio della fondazione, ha avuto un notevole sviluppo per quanto riguarda il numero dei membri, che attualmente sono circa cento, e la diffusione di comunità nelle diverse diocesi italiane. Attualmente siamo al servizio della Chiesa italiana, oltre che nella originaria diocesi di Tivoli, anche nelle diocesi di Milano, Firenze, Volterra, Carpi, Sabina-Poggio Mirteto, Chieti-Vasto, Trapani, Castellammare di Stabia.

All'estero siamo presenti nello Sri Lanka (diocesi di Colombo), in Portogallo (diocesi di Leiria-Fatima) e nel Principato di Monaco (diocesi di Monaco).
L'Approvazione Pontificia, che il Santo Padre Giovanni Paolo II si è degnato di concedere, giunge come un dono dello Spirito Santo, che dilaterà ulteriormente la testimonianza e l'azione apostolica che siamo chiamate a dare nella Chiesa.
Insieme al riconoscimento Pontificio è stato approvato il nuovo testo delle Costituzioni, votato nel I Capitolo Generale. Esse definiscono il modo concreto con cui noi Oblate vogliamo vivere il Vangelo al fine di riprodurre in noi i tratti di Cristo Redentore e della sua totale oblazione al Padre per la salvezza del mondo.
Nel II Capitolo Generale è stato approvato anche il nuovo testo del Direttorio.


Offerte al Padre...

In risposta all'amore salvifico del Padre,
intendiamo fare della nostra vita un'oblazione totale e perpetua alla gloria di Dio,
nella sequela di Cristo Redentore casto, povero e obbediente,
al servizio della Chiesa, suo Mistico Corpo.

L’amore redentivo di Cristo,
peculiare carisma dello Spirito riversato nei nostri cuori,
pervade l’intera nostra esistenza e ci spinge ad associarla a Cristo
per consegnarla totalmente al Padre,
affinché i nostri fratelli e le nostre sorelle abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza.

L’immolazione di Cristo è la sorgente e, nello stesso tempo,
l’esemplare necessario dell’atteggiamento oblativo di tutta la nostra vita.

Inserite nel Mistero Pasquale viviamo per amore,
con amore e nell’amore la nostra oblazione.

La totalità del dono, rivelata in modo sublime da Gesù innalzato sulla croce,
è l’anima del nostro essere e del nostro operare.

E’ proprio alla luce del mistero della redenzione
che la nostra consacrazione acquista pienezza e significato:
l’Oblata di Maria Vergine di Fatima sente la responsabilità della salvezza eterna dei fratelli e ne fa lo scopo della propria esistenza.

... come Maria

Maria, Madre del Redentore,
è presenza significativa e qualificante nella nostra vita:
accogliamo Maria come dono che Gesù, dalla croce,
ci ha voluto lasciare, quale testamento d’amore, insieme alla sua vita.

La nostra vocazione si modella su quella di Maria.
Nel suo "fiat" e nel suo "magnificat"
ogni Oblata comprende pienamente se stessa
e la propria identità carismatica

In Maria, Virgo fidelis, anche noi Oblate
pronunciamo il nostro “sì”
ad ogni pensiero e prospettiva divina;
in tal modo il “fiat” dell’Annunciazione
diventa la “logica” della nostra fedeltà a Dio.
Unite alla Vergine, modello esemplare della sequela Christi,
noi Oblate percorriamo l’impegnativo pellegrinaggio di fede,
di condivisione del destino dello Sposo,
di esperienza della croce, di attesa della risurrezione.

In piena comunione con la Chiesa riconosciamo nel messaggio della Vergine a Fatima
un accorato e materno richiamo alle parole del Signore:
"Convertitevi e credete al Vangelo",
parole sempre attuali, specialmente per la nostra epoca.
Accogliere gli eventi di Fatima, per noi Oblate,
significa riconoscere la speciale e materna cooperazione di Maria
nell’opera della redenzione, perennemente esercitata nel tempo.
In un mondo secolarizzato, in cui l’uomo ha perso il valore dell’Assoluto
ed ha escluso Dio dalla propria vita, consideriamo le apparizioni di Maria a Fatima
un intervento di Dio nella storia, un suo appello all’uomo di oggi.

Anche a noi, come ai tre bambini, la Madonna
chiede di “collaborare” per riportare l’uomo a Dio,
con l’offerta di noi stesse nella consacrazione religiosa,
la vita di preghiera, di sacrificio e l’azione apostolica.
Seguiamo l’esempio di Maria di Fatima che, pellegrina per le vie del mondo,
annuncia la Buona Novella all’uomo di oggi
disorientato dal dilagare di una mentalità atea, secolarista, edonista, efficientista,
che determina l’indifferentismo religioso e il relativismo etico.

... per la Vita dei fratelli

La Chiesa sa, con la certezza della fede,
che la Redenzione ha restituito definitivamente all’uomo
la dignità e il senso della sua esistenza,
che aveva perduto a causa del peccato.
Pertanto è compito fondamentale della Chiesa
dirigere lo sguardo dell’uomo,
indirizzare la coscienza e l’esperienza di tutta l’umanità
verso il mistero di Cristo,
aiutare tutti gli uomini ad avere familiarità
con la profondità della Redenzione,
che si realizza in Gesù Cristo.

Noi Oblate, partecipi della sollecitudine materna della Chiesa,
realizziamo la nostra missione di evangelizzazione
a servizio della Salvezza,
impegnandoci nelle opere di carità spirituale.
La nostra opera di evangelizzazione
mira a preparare e a realizzare
l’incontro con il messaggio evangelico,
in modo tale che siano rese possibili ad ogni persona
l’atto di fede e l’adesione sempre più piena a Cristo.

In continuità con la missione di Cristo
e in ascolto delle attese più profonde dei nostri contemporanei,
noi Oblate ci dedichiamo
alle opere di educazione e formazione alla fede
e alle opere di misericordia spirituale:

  • l’annuncio della Parola di Dio
  • la formazione alla preghiera
  • la formazione e l’animazione liturgica
  • la catechesi
  • la formazione alla dimensione mariana della vita cristiana
  • la formazione cristiana delle nuove generazioni
  • l’insegnamento
  • l’animazione di giornate di spiritualità, di ritiro ed esercizi spirituali
  • le missioni al popolo
  • l’aiuto spirituale personalizzato
  • la formazione alla carità
  • la promozione integrale della persona in Cristo
  • la correzione degli errori correnti
  • l’assistenza spirituale agli anziani, agli ammalati, alle persone sole ed emarginate.

Ogni nostra attività evangelizzatrice
è finalizzata alla concreta testimonianza della carità
e ogni azione di carità deve essere rivelazione dell’amore di Dio.

Realizziamo la nostra missione apostolica
principalmente al servizio della Chiesa locale,
diocesi e parrocchie, nei santuari, nei centri di spiritualità
e nei luoghi in cui siamo chiamate ad operare,
in comunione e collaborazione con le realtà ecclesiali
presenti sul territorio.

 

Noi Oblate intendiamo offrire il nostro specifico contributo nella formazione dei fedeli alla testimonianza della Carità

suore1

suore2  

suore4

 suore5

 

orario

Iscriviti alla nostra newsletter: sarai costantemente informato sulle nostre iniziative, eventi, etc...

casa-lanteri spot-oblati

DiADaIn - Realizzazione Web