Renderò grazie al Signore con tutto il cuore, annuncerò tutte le tue meraviglie.

Asha e Valentina. Attimi di noi..Storia di un Sì!

 Mi chiamo Asha Lakmalie Balapitiyage e sono nata a Pugoda, piccolo paese dell’isola dello Sri Lanka.

La mia vocazione nasce nella parrocchia della mia città, dove sono cresciuta. Dalla mia famiglia, profondamente cattolica, ho ricevuto la vita di fede e maturato nella preghiera la mia vita spirituale.

Terminati gli studi della scuola superiore, ho sentito la voce di Gesù che mi chiamava alla sua sequela. “Seguimi” (Mt 9,9) è stata la Parola che si è impressa nel mio cuore. Da questo incontro con Gesù ho iniziato a cercare il luogo dove mi chiedeva di realizzare la mia vocazione; mentre lo pregavo, ho conosciuto le suore Oblate di Maria Vergine di Fatima, che dal 1997 hanno aperto una missione a Moratuwa, una cittadina non molto distante da Colombo, capitale dello Sri Lanka, dove le suore si adoperano all’educazione e alla formazione delle giovani generazioni, soprattutto in favore dei bambini più poveri.

Ho iniziato la mia esperienza in questo Istituto nel gennaio del 2009, e dopo diversi anni di studio, di formazione spirituale e di esperienze apostoliche nel settore educativo, catechistico e caritativo, a servizio ai poveri, nel mese di Maggio del 2013, sono giunta in Italia per completare gli anni della mia formazione.

Sono rimasta molto colpita dal carisma delle omvf, centrato sulla persona di Cristo Redentore e sull’offerta della vita per la salvezza delle anime. Lo stile semplice e profondo della vita comunitaria delle suore oblate, vissuto nella preghiera, nella gioia, nella condivisione fraterna e nella generosità verso i fratelli più bisognosi, ha aperto il mio cuore. Inoltre la forte dimensione mariana mi ha permesso di conoscere il modo in cui Maria ha corrisposto alla chiamata del Signore dal momento dell’Annunciazione fino alla morte del Figlio in Croce, e la sua fiduciosa preghiera con gli apostoli riuniti nel Cenacolo.

Sorretta dalla grazia del Signore emetterò la professione religiosa il 25 novembre a Moratuwa in Sri Lanka.

Ringrazio ogni giorno il Signore per questo dono meraviglioso e chiedo la grazia di potervi corrispondere sempre più pienamente, come ha fatto Maria Santissima.

Novizia Asha Lakmalie Balapitiyage

 

Mi chiamo Valentina, sono nata e cresciuta a Roma e il 13 ottobre farò la Professione religiosa tra le Oblate di Maria Vergine di Fatima.

Tutto è cominciato parecchi anni fa quando ho capito che la vita non poteva essere sprecata. Quello che aveva senso era solo Amare. Ma chi? Come? Un viaggio a Calcutta mi ha donato l’opportunità di vivere l’incontro personale con Dio. Ma non è bastato: in seguito l’incontro con la Parrocchia di San Bernardo di Chiaravalle (Roma), dove ho sperimentato la Chiesa viva e dove sono stata accompagnata spiritualmente, hanno fatto crescere in me il desiderio di dire Sì alla chiamata che il Signore mi rivolgeva. Infine l’incontro con le suore Oblate di Maria Vergine di Fatima mi ha permesso di capire che Gesù era ed è qui per me. Tra le oblate ho sperimentato la stessa gioia di Calcutta e mi sono sentita a casa: questi sono stati i segni che Gesù era qui con me. L’offerta totale della vita, la salvezza dei fratelli, la presenza irrinunciabile di Maria Vergine, hanno dato corpo al mio sì.

In questo poco tempo che mi separa dalla Professione cerco di tenere fisso lo sguardo sull’Amore di Dio Padre, per fidarmi più di Lui che di me. E dopo la professione? Metto tutto nelle Sue mani. Nessuno mi ha amato e mi ama come Lui: “ho trovato l’amato del mio cuore, lo strinsi fortemente e non lo lascerò”.

Novizia Valentina Azzone

Ultima modifica il Domenica, 30 Settembre 2018 16:32
Altro premi il tasto SHIFT per visualizzare tutto TUTTO