• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
Indietro Avanti

Atto di Affidamento alla Divina Misericordia

PREGHIERA DI AFFIDAMENTO ALLA DIVINA MISERICORDIADI SAN GIOVANNI PAOLO IIDio, Padre misericordioso,che hai rivelato il Tuo amore nel Figlio tuo Gesù Cristo,e l'hai riversato su di noi nello Spirito Santo, Consolatore,Ti affidiamo oggi i destini del mondo e di ogni uomo.Chinati su di noi peccatori,risana la nostra debolezza,sconfiggi ogni male,fa'...

continua...

NON VOGLIO PIU'

  Non voglio più un amore qualsiasi, voglio un amore che mi spinga a vivere...., che riempia le mie giornate vuote. Voglio qualcuno con cui piangere e ridere voglio qualcuno che divida con me tutti momenti della mia vita Voglio qualcuno a cui poter dare il massimo di me stesso Ma soprattutto voglio qualcuno da amare e da cui ricevere...

continua...

LA GRANDE PROMESSA DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

LA GRANDE PROMESSA DEL CUORE  IMMACOLATO DI   MARIA

I PRIMI CINQUE SABATI La Madonna apparendo a Fatima il 13 giugno 1917, tra l'altro, disse a Lucia:"Gesu' vuole servirsi di te per farmi conoscere e amare. Egli vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato".Poi, in quella apparizione, fece vedere ai tre veggenti il suo Cuore coronato di...

continua...

Catechesi mariane san Giovanni Paolo II

Catechesi mariane san Giovanni Paolo II

Il culto della Beata Vergine Mercoledì 15 ottobre 1997[563] «Quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna...» (Gal 4,4).1. Il culto mariano si fonda sulla mirabile decisione divina di legare per sempre, come ricorda l'apostolo Paolo, l'identità umana del Figlio di Dio ad una donna,...

continua...

Magia di Natale

E’ nell’aria frizzante di gelidi abbracci quel brillio variopinto che dipinge le strade di luce chiara soffusa. Dai negozi traspare voglia di festa e scatole di regali poste a piramide attirano gli occhi inebriati d’attesa. Voci di canti echeggiano nelle chiese, nelle strade e nelle piazze dove la gioia misura stagioni d’intesa. Il cuore attende il suo bene vitale, la vita prepara doni di solidale conforto, l’amore brucia scorie di male… E...

continua...

I tanti Progetti

Guardo la città : Un immensa costruzione dell'uomo dei suoi mille progetti. Guardo ancora la città : un vecchio solo sulla panchina un ragazzo che attende nell'angolo giovani ed anziani che puliscono   i vetri  delle auto ferme al semaforo rosso. Sono persone come noi. .. Qualcosa non funziona in città  Troppa gente non vive come sarebbe giusto vivere  Manca...

continua...

Madre Santa

Alle porte di quell'unico Santuario le mani giunte in preghiera, in mezzo a bagliori spettrali riconosco il tuo dolcissimo volto che vuole scorgere ancora il seme immortale della pace ...   A piedi scalzi e nudi tu percorri le immense distese di sabbia lavate da infinite lacrime di dolore   Il tuo cuore incandescente più veloce del vento dopo il fuoco della...

continua...

Memoria

  La memoria del cuore conserva veri tesori... Il tesoro di persone indimenticabili... Fortunato chi porta in sé simili ricordi... La memoria di chi, quando lo hai incontrato, ha saputo con il bene cambiare la tua vita... E' un ricordo che rimane nel profondo e ti fa credere nella vita   Bondi Pio Casa circondariale di Piacenza

continua...

Cristo è risorto!

Riconciliamoci nella gioia, la Pasqua irrompi in noi come vento di primavera che sconfigge la tristezza del peccato... Accogliamo il sorriso del Risorto e lasciamoci illuminare dalla bellezza del Suo Amore Il nostro cuore si riempirà di felicità!   BONDI PIO Casa Circond. di Piacenza

continua...

Lodare

  Lodare è uno dei moti più profondi del cuore... Lodare è imparare che  gli altri sono una ricchezza da valorizzare.. Lodare è accorgersi della bellezza, della bontà dell'orazione... Impara a lodare con il cuore di bambino che nella sua semplicità trova come ringraziare Dio.. Contempla e stai in silenzio Avrai momenti di felicità incomparabile...   Bondi Pio Casa circondariale di Piacenza

continua...

PENTECOSTE

download

Al capitolo 2 degli Atti degli Apostoli. Gli apostoli insieme a Maria, la madre di Gesù, erano riuniti a Gerusalemme nel Cenacolo, probabilmente della casa della vedova Maria, madre del giovane Marco, il futuro evangelista, dove presero poi a radunarsi abitualmente quando erano in città; e come da tradizione, erano affluiti a Gerusalemme gli ebrei in gran numero, per festeggiare la Pentecoste con il prescritto pellegrinaggio. «Mentre stava per compiersi il giorno di Pentecoste», si legge, «si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue di fuoco, che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro di esprimersi. Si trovavano allora in Gerusalemme giudei osservanti, di ogni Nazione che è sotto il cielo. Venuto quel fragore, la folla si radunò e rimase sbigottita, perché ciascuno li sentiva parlare nella propria lingua. Erano stupefatti e, fuori di sé per lo stupore, dicevano: "Costoro che parlano non sono forse tutti Galilei? E com'è che li sentiamo ciascuno parlare la nostra lingua nativa?...».

Calendario

SANTO ROSARIO

TUTTI I GIORNI ALLE ORE 12,00 IN SANTUARIO - 17,30 CAPELLINA SANTI FRANCESCO E GAICINTA

continua...

orario

Iscriviti alla nostra newsletter: sarai costantemente informato sulle nostre iniziative, eventi, etc...

casa-lanteri spot-oblati